WWW.CARTAMONETAITALIANA.COM

Le F.A.Q. di cartamonetaitaliana.com

Cosa è una Banconota?

Una banconota è un titolo di credito e uno strumento di pagamento che non ha un valore intrinseco diretto rappresentato da un biglietto cartaceo.

 

Quali sono le caratteristiche principali di una banconota?

Una banconota deve essere emessa da una banca, deve avere un taglio fisso, un numero di serie e deve essere pagabile al portatore.

 

Quali sono i gradi di rarità di una banconota?

Quali sono i gradi di rarità di una banconota? Una banconota può essere più o meno rara e si è soliti utilizzare una serie di sigle, dalla più comune alla più rara sono: CC, C, NC, R, R2, R3, R4, R5, U a cui si aggiunge una sigla NR (banconota di cui non si conosce alcun esemplare).

 

Quali sono i fattori che determinano la rarità di una banconota?

Sono molteplici. Una banconota di cui sono state stampate poche banconote può risultare anche molto comune. La rarità dipende essenzialmente dal numero di collezionisti che cercano quel biglietto e dal numero di esemplari conosciuti. Indirettamente possono essere racchiuse altre voci quali, ad esempio, l’essere o meno una banconota che fa tipologia, il numero di esemplari stampati o l’estetica della banconota.

 

Quali sono gli stati di conservazione delle banconote?

Si definiscono diverse sigle, utili a classificare una banconota per conservazione. Sinteticamente sono, dalla peggiore alla migliore: MB, BB, SPL, SUP, FDS.

 

Lo stato di conservazione incide sul prezzo di una banconota?

Si, lo stato di conservazione è fondamentale per stabilire il valore di una banconota. Un biglietto in FDS vale almeno 10 volte il prezzo di un MB.

 

Cosa sono i Biglietti di Stato e Buoni di Cassa e perché essi non sono racchiusi nella stessa categoria delle banconote del Regno o Repubblica?

I Buoni di Cassa e Biglietti di stato furono emessi in sostituzione della moneta metallica, al fine di limitare la circolazione di quest’ultima. La gestione di tali biglietti era affidata direttamente al Ministero del Tesoro.

 

Dove posso acquistare banconote da collezione?

E’ possibile acquistare banconote antiche da Numismatici professionisti in negozi specializzati, presso apposite fiere o convegni, da privati, oppure online, su siti specifici o di e-commerce, quali ad esempio ebay.

 

Cosa si intende per serie sostitutiva?

Si intende una banconota stampata in sostituzione di una usurata. Queste banconote sono state in passato identificate con numeri di serie specifici, come W, X, Z. E’ da specificare che non tutte le banconote aventi lettera W X o Z sono sostitutive, in quanto la scelta della lettera varia in base alla tipologia di biglietto.

 

Quando è stata fondata la Banca d’Italia?

La Banca d’Italia viene istituita il 10 Agosto 1893 con legge n. 449.

 

La Banca d’Italia è stata l’unica Banca ad emettere banconote in Italia?

No, l’unificazione monetaria è stata successiva all’unità d’Italia. La Banca d’Italia nasce nel 1893, 32 anni dopo l’unificazione, anni in cui hanno emesso banconote anche altre banche delle quali citiamo le più importanti: la Banca Nazionale negli Stati Sardi che diverrà poi Banca nazionale nel Regno d’Italia, la Banca Nazionale Toscana, la Banca Romana, il Banco di Napoli e il Banco di Sicilia.

 

Da quando la Banca d’Italia ottiene l’esclusiva dell’emissione di banconote del nostro Paese?

Dal 1926, anno in cui viene stabilito, con decreto del 3 maggio, che il privilegio dell’emissione fosse riservato esclusivamente alla Banca d’Italia. Avevano continuato ad avere diritto di emissione fino a quel momento il Banco di Napoli e il Banco di Sicilia.

 

Fino a quando la lira ha avuto corso legale?

Fino al 28 Febbraio 2002, data in cui l’euro diventa la moneta ufficiale, in seguito a un periodo di doppia circolazione iniziato il 1 Gennaio 2002. La lira rimaneva convertibile nei nuovi biglietti in euro per la durata di 10 anni, fino al 28 Febbraio 2012, ma con decreto immediato del 6 Dicembre 2011 vengono prescritte in favore dell’Erario le vecchie lire, che pertanto non possono essere più cambiate dal 7 Dicembre.

 

Quale era il tasso di cambio lira-euro?

1936,27 lire per 1 euro

 

Qual è la banconota più rara della Repubblica Italiana e quanto vale?

La 500 Lire Barbetti Medusa emessa il 14/11/1950, di cui solo pochi degli esemplari stampati furono messi in circolazione in quanto era già entrato in uso il nuovo biglietto dello stesso taglio. Ha un valore che parte da circa 5000€.

 

Qual è la banconota in lire di taglio più elevato?

La 500.000 Lire raffigurante Raffaello emessa il 13/5/1997.

 

E’ necessario spendere molto per allestire una collezione?

No, si può avere una collezione ampia anche spendendo poco. Esistono banconote rare, che costano molto, ma anche banconote comuni che si possono comprare per pochi euro.

 

Quale delle date presenti su una banconota identifica la stessa?

Nella pratica, ogni banconota viene sempre identificata con la data più recente che si legge sul biglietto.

 

end faq