WWW.CARTAMONETAITALIANA.COM

GUIDA ALLA CLASSIFICAZIONE DELLA REPERIBILITA’ DELLE BANCONOTE

In numismatica esistono delle sigle che identificano la reperibilità di una banconota. La rarità di una banconota dipende da numerosi fattori. Un biglietto di cui sono state stampate poche banconote può risultare anche molto comune. La rarità è funzione essenzialmente del numero di collezionisti che cercano quel biglietto e del numero di esemplari conosciuti. Indirettamente possono essere racchiuse altre voci quali, ad esempio, l’essere o meno una banconota che fa tipologia, il numero di esemplari stampati o l’estetica della banconota.

La rarità non è funzione degli stati di conservazione. Ecco brevemente spiegati alcune delle abbreviazioni che identificano il grado di rarità:

  • CC

Molto Comune, di facile reperibilità

 

  • C

Comune

 

  • NC

Non Comune

 

  • R

Raro

 

  • R2

Molto Raro, non sempre reperibile

 

  • R3

Rarissimo, non facilmente reperibile

 

  • R4

Estremamente Raro, difficilmente reperibile

 

  • R5

Della massima rarità, pochi esemplari noti. Introvabile

 

  • U

Unico un solo esemplare conosciuto

 

  • NR

Non Riscontrato, noto esclusivamente grazie a notizie bibliografiche