WWW.CARTAMONETAITALIANA.COM

BANCO DI SICILIA

100 Lire del 11 Aprile 1879

100 Lire del 11 Aprile 1879

FONDAZIONE ISTITUTO

27 Settembre 1849

PRIMA EMISSIONE (Fedi di Credito a taglio fisso)

1 Settembre 1866

PRIMA EMISSIONE (Banconote)

11 Aprile 1879

ULTIMA EMISSIONE

23 Maggio 1921

FUORICORSO

30 Giugno 1927

PRESCRIZIONE

31 Gennaio 1931

 

Il Banco di Sicilia assume tale denominazione nel 1860, ma nasce dal “Banco Regio dei Domini al di là del Faro”, fondato il 27 Settembre 1849. Solo dopo qualche anno, però, il Banco ottiene l’autorizzazione ad emettere cartamoneta. Vengono così inizialmente emessi “polizzini”, ovvero biglietti di piccolo taglio (2,3,5 Lire) a firma del cassiere e, dopo altre emissioni, giunse alla stampa di “fedi di credito” di taglio compreso tra 1 e 1000 Lire, recanti la promessa di pagamento a vista in Oro o Argento.

Con Decreto Ministriale del 11 Aprile 1879, il Banco di Sicilia viene autorizzato ad emettere banconote per un valore complessivo di 30 milioni, provvedendo al ritiro progressivo delle Fedi di Credito.

Dal 1893 il Banco di Sicilia resta uno dei tre soli istituti autorizzati dal Regno d’Italia ad emettere banconote (gli altri due sono la neonata Banca d’Italia e il Banco di Napoli).

Con D.M. del 6 Maggio 1926 (art.11) viene tolta al Banco di Sicilia (e contemporaneamente al Banco di Napoli) la facoltà di emettere banconote, nell’ottica di una unione monetaria fortemente voluta dal Governatore della Banca d’Italia Bonaldo Stringher.

Per le banconote del Banco di Sicilia viene fissata la fine del corso legale al 30 Giugno 1927 e la prescrizione al 13 Gennaio 1931, termine poi prorogato al 31 Gennaio 1931.